L3 RICERCA & SELEZIONE

… passione per il lavoro …

PROVINCIA DI TORINO PROGETTO TIROCINI EXTRA UE

20130321-201034.jpg

 

Africa, America Latina ed Est Europa sono i Paesi di origine di 17 laureandi e laureati residenti in Italia, selezionati su oltre 170 candidati per partecipare ad un percorso formativo focalizzato sulle tecniche degli scambi internazionali che terminerà a fine marzo. Saranno poi utili risorse per le imprese torinesi a vocazione internazionale dove potranno sperimentare le competenze acquisite inserendosi in tirocini di 2 mesi (prorogabili per altri 4).

L’iniziativa della Provincia di Torino è gestita dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte) in collaborazione con i Centri per l’impiego dell’area torinese e rientra nel progetto PROV@Work, promosso dalla Provincia e finanziato dall’Ue e dal Ministero dell’Interno attraverso il Fondo Sociale Europeo per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi. Sono già 70 le aziende torinesi (principalmente dei settori auto, ICT, energia ed alimentare) che hanno chiesto di visionare i curricula dei candidati e di incontrarli per colloqui conoscitivi. Fino al 15 marzo è ancora possibile fare richiesta contattando Ceipiemonte (tel. 011 6700 640/648).

“Si tratta di un’iniziativa pilota di supporto a immigrati di paesi extra-UE residenti in Italia, con l’obiettivo di favorirne la formazione in commercio internazionale e trasformarli in risorse attive a favore delle aziende del nostro territorio che operano sui mercati esteri. Obiettivo dei tirocini quindi, è consentire agli allievi di misurarsi con la realtà aziendale sperimentando le competenze acquisite durante il corso e, al tempo stesso, mettere a disposizione dell’impresa a vocazione internazionale il proprio talento di portatori di multiculturalità.

“Sempre di più le aziende tendono a organizzare team di lavoro multietnici per affrontare i mercati esteri, spiega Giuseppe Donato, presidente di Ceipiemonte. Questa iniziativa intende appunto favorire l’incontro tra la disponibilità delle risorse multiculturali presenti sul territorio e le necessità delle imprese di arricchire le proprie competenze, in particolare nelle relazioni d’affari con le aree extra-UE. Gli immigrati ad alta scolarizzazione possono rappresentare un valore aggiunto per gli scambi commerciali con il proprio Paese d’origine o con aree affini: il bilinguismo, le qualifiche, le esperienze professionali multiculturali, fanno di loro un prezioso trait-d’union tra culture talvolta differenti.

L’iniziativa, sperimentale, è riservata alle aziende della Provincia di Torino.

Per informazioni www.centroestero.org

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14/03/2013 da in Giovani e lavoro con tag .

CONSULENTI DEL LAVORO

I NOSTRI PARTNERS

LABORTRE NEWS

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: