L3 RICERCA & SELEZIONE

… passione per il lavoro …

LA REGIONE LOMBARDIA ATTIVA I TIROCINI

REGIONE LOMBARDIA

 REGIONE LOMBARDIA:INDICAZIONI OPERATIVE PER L’ATTIVAZIONE DI TIROCINI PER CITTADINI COMUNITARI E NON COMUNITARI IN CONDIZIONE DI REGOLARITÀ SUL TERRITORIO REGIONALE

La delibera regionale del 20 Marzo 2012 n° 3153 ”Indirizzi regionali in materia di tirocini” prevede la possibilità di svolgere tirocini formativi e di orientamento o di inserimento/reinserimento lavorativo purché:

• promossi da uno dei soggetti indicati al paragrafo “Il promotore” della delibera in oggetto;
• a beneficio di soggetti rientranti nelle tipologie indicate nei paragrafi “Tirocini curriculari” e “Tirocini extracurriculari” della delibera in oggetto;
• svolti presso datori di lavoro pubblici o privati, con sede operativa ubicata sul territorio della Regione Lombardia;
• svolti nel rispetto della vigente normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;

 I tirocini, in particolare, sono attuati sulla base:

• di quanto previsto negli indirizzi regionali se di tipo extracurriculari;
• delle previsioni dei piani di studio e dell’offerta formativa se di tipo curriculari;
• delle disposizioni delle specifiche normative se riferiti a percorsi abilitanti o regolamentati.

I tirocini programmati all’interno di percorsi formativi che non sono finalizzati al conseguimento di un titolo (titoli di istruzione di II ciclo, I&FP, IFTS,ITS, Lauree, Master, Dottorati, percorsi accademici-anche AFAM- percorsi regolamentati o abilitanti) sono da intendersi extracurriculari.

1. Ambito di applicazione

Le presenti indicazioni ed i relativi allegati si applicano ai tirocini con sede di svolgimento sul territorio regionale e riferiti a cittadini dell’Unione Europea, o provenienti da Paesi non appartenenti ad essa, presenti, in condizione di regolarità, sul territorio regionale.

In particolare per i tirocini curriculari si applicano esclusivamente le indicazioni specifiche contenute nel presente allegato e i Soggetti promotori dovranno utilizzare lo schema di convenzione (allegato 1A) e il format di progetto formativo individuale (allegato 2A), adeguandoli alla tipologia di tirocinio.

 Non rientrano nel campo di applicazione della delibera regionale e delle presenti indicazioni:

• le esperienze dei periodi di praticantato richiesti dagli ordini professionali e disciplinati da specifiche normative di settore, ai sensi dell’art. 3, comma 5, lettera c), della legge 14 settembre 2011 n.148;
• i tirocini di adattamento previsti dall’art. 4, comma 1, lett. g) del decreto legislativo 9 novembre 2007 n. 206;
• i cosiddetti “tirocini riabilitativi risocializzanti TRR”, in quanto sono da considerarsi “Percorsi riabilitativi” non finalizzati ad un inserimento lavorativo ma ad un programma rieducativo specifico che utilizza il contesto lavorativo come mezzo per acquisire o riacquisire capacità relazionali.

PER SAPERNE DI PIU’ VISITA IL SITO DELLA REGIONE LOMBARDIA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22/02/2013 da in Mercato del lavoro con tag .

CONSULENTI DEL LAVORO

I NOSTRI PARTNERS

LABORTRE NEWS

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: